ART & LIFESTYLE

CONSIGLI DI VIAGGIO: PARIGI

Travel: ANOTHER POINT OF VIEW by Jean-Baptiste Olin

“Consigli ” di viaggio dalle città’ più’ visitate da sempre. Specialmente le grandi metropoli mutano si sa alla velocità’ della luce e magari zone non frequentate dai turisti improvvisamente lo diventano. In pochi anni rifioriscono quartieri fino a diventare tra i più’ COOL, delle citta’ piu’ GLAMOUR  per le persone più FASHION del globo’! WHAT ELSE !!

Capitolo primo: PARIGI – Dove si respira aria “frizzante ” MAGAZZINO 26 quando può’..da’ un’occhiata e vi segnala gli indirizzi più sfiziosi nuovi e di tendenza. Oggi siamo nella zona CANALE SAN MARTIN. Percorrendo le sue strade ci si ferma spesso incuriositi da tante cose e tanti posti mai banali. Qui creatività, buon gusto, innovazione, contemporaneità e modernità vanno di pari passo.

Gli Hotel che ci sono piaciuti: 

…. di tendenza > “Le Citizen Hotel” \ 96 Quai de Jemmapes.

Posto bellissimo e ben collegato. Tutto qui e’ tecnologico moderno e funzionale. Gli spazi comuni con arredamento di design, sono confortevoli e rilassanti . Al Sesto piano un esclusivo bar ed una vista di grande atmosfera sono la ciliegina sulla torta. Personale impeccabile ed accoglienza perfetta. Qualita’ e prezzo in grande equilibrio.

…. di atmosfera > “Hotel du Nord” \ 102 Quai de Jemmapes

In questo piccolo albergo nel 1938 si girò l’omonimo film di Marcel Carnet. Film molto noto ed amato dal pubblico francese. Qui la celebre scena del litigio tra Arletty e Louis Jouvet. Questo albergo fu sottratto nel 1989 alle ruspe e tuttora e’ meta turisti e non anche solo per bere un bicchiere.

Vins & restaurant che ci sono piaciuti:

…. classico > “Marcel” \  90 Quai de Jemmapes

Ideale per una cena dal sapore etnico chic con l”piatti gustosi ed abbondanti nelle porzioni. Un menu’ indiano rivisitato ad hoc. Locale dai dettagli studiati nel particolare con attenzione in una location suggestiva vista Canal San Martin.

…. vegetariano > “Ima Cantine” \ 39 Quai de Valmy

Un ristorante vegetariano delizioso, forse si deve fare un po’ di fila ma ne vale la pena. Personale simpatico, buona atmosfera: menu’  anche ricercato  ma  adatto anche a chi qui non trova carne. Ci si dimentica di essere in un locale specifico. Tutto curato: dalle ricette in se’, vere prelibatezze, alla presentazione ,un mix tra mise en place casalinga e ristorante blasonato !.Tra i piatti da non perdere di sicuro la Grand Salade, un piattone composto da un mix di tre insalate con condimenti diversi fra loro. Dolci e caffe’ buoni quanto le portate precedenti.

…. fish and chips >”The Sunken Chip” \ 39 Rue des Vinaigriers

Un locale carino in una posizione incantevole sul canale. Il menu’ a base di pesce e’semplice  ma gustoso e cucinato bene. Fish and chips sicuramente il piatto top. Puo’ sembrare banale ma non lo e’ ideale per uno stop all’ora di pranzo.

…. con degustazione > “Le verre volé” \ 67, rue de Lancry

Un ristorantino niente male, curato ed accogliente. Una scelta di vini naturali (molto in voga a Parigi ora) vasta e qualitativamente corretta. Sul cibo, dalla scelta dei formaggi ai piatti (tutti particolari) niente da eccepire tutto buono e  ben presentato. Consigliato anche per un dopo cena…carino con un “bicchierozzo” di vino!

Boulangerie > “Du Pain et des idées” \ 34 rue Yves Toudic

Un piccolo e delizioso locale tipicamente parigino molto curato, gli specchi, i vetri…da non perdere. Un banco ricco di prodotti tipici appena tolti dal forno! Il profumo e’ inebriante. Un connubio perfetto tra il meglio della panificazione e lo stile, inconfondibilmente francese. Non potendo mangiare tutto! Da assaggiare sicuramente: il pain des amis, la brioches e le escargot al pistacchio.

Vetements

In Rue de Marseille in un centinaio di metri sono racchiusi i brand piu’ in auge per chi ama seguire la moda, da APC a Balibaris, Les petites, Maje, Paul smith, Claudie Pierlot e diversi altri. Vale la pena in verita’ per tutti farci una passeggiata. I negozi sono belli e l’atmosfera che si respira per strada e’ frizzante e piena di energia.

Boutique de skateboard > “Nozbone”  / 7 Rue de Marseille

Piu’ di 100 metri quadri dedicati allo  Skate Board. ed alla sua cultura. IL colpo d’ occhio entrando e’ notevole. Tavole in legno nelle fantasie grafiche piu’ impensabili e dai colori incredibili. Qui si trovano le marche di tavole da skate board piu’ prestigiose al mondo, ma anche gli accessori ed i capi di abbigliamento dedicati a questa disciplina ed al tempo libero in generale.Entri magari per guardare curioso ed esci con la shopping bag stracolma.

Le Merci du Quartier > “Le Centre Commercial” \ 2 rue de Marseille

E’ un concept store dove puoi trovare accessori moda, abbigliamento, biciclette usate e mobili d’epoca,  complementi di arredo nuovi e vintage. La selezione e’ inusuale e la location e’ accattivante, uno spazio collettivo dall’approccio nuovo e questo e’ gia’ un buon valore aggiunto.Bene si amalgama con il contesto zonale. Certamente da visitare se sei nei paraggi

Theatre > “Palais des Glaces” \ 37 Rue du Fauburg du Temple

Storico teatro parigino dedicato al ” ridere’.Sono in programmazione spettacoli comici e di intrattenimento.Largo spazio e’ dato ad eventi specifici per i bambini.

Librairie d’art > “Artazart” \  83 Quai de Valmy

Questo concept store e’ uno dei piu’ conosciuti ed apprezzati a Parigi e non solo. Qui la ricerca di libri su design fotografia e grafica e’ quasi maniacale. Una libreria incredibile abbinata ad una boutique con oggetti scelti con cura e ben amalgamati allo spirito del negozio ed artistico del luogo. Qui si tengono mostre di arte contemporanea  dando largo spazio ai giovani talentuosi  ed agli artisti contemporanei piu’ eclettici.

Magasin de meubles > “Colonel” \ 14 Avenue Richerand

Sono interessanti le proposte di questa show room per gli amanti del design aperta alcuni anni fa da Isabelle Gilles e Yann Poncellet. Inizialmente presentavano mobili vintage restaurati e reinterpretati da loro poi pian piano sono passati a pezzi di design svedese e di creatori contemporanei internazionali. La scelta e’ vasta e va da oggetti come bicchieri in vetro, lampade e specchi a pezzi più’ importanti come librerie, dispense e divani.