Make-up maschile

I look più audaci degli uomini sul palco della prima serata di Sanremo si inseriscono perfettamente nella tendenza genderless e fluida che sta investendo (anche) la bellezza, a partire dall’uso del make-up per lui.

Dalla pelle effetto glowy di Michele Bravi al rossetto in tinta con i capelli di Dario Mangiaracina, fino allo smokeye eyes dei Maneskin, ecco alcune lezioni di trucco al maschile che abbiamo visto sul palco della prima serata di Sanremo. Per iniziare a prendere confidenza con fondotinta, rossetti e mascara. I look di alcuni protagonisti della prima serata di Sanremo ci offrono l’ispirazione perfetta per una mini guida al make-up maschile. La grande star di questo Festival.

Fino a pochi anni fa era difficile pensare che potesse essere proprio il Festival di Sanremo a portare alla ribalta il trucco da uomo. E invece quello che era un vezzo solo per rockstar, complice anche la vittoria dei Maneskin dello scorso anno, sta diventando una tendenza sempre più diffusa tanto che, come fa sapere Cosmetica Italia, “i nuovi claim legati all’inclusività e alla fluidità di genere impatteranno sicuramente sulla proposta dei brand legata alla segmentazione socio-demografica, creando inevitabilmente una sovrapposizione anche nella beauty routine del consumatore”.

Michele Bravi: l’importanza della mist per l’effetto glowy

Oltre alla sua giacca floreale firmata Roberto Cavalli in perfetta armonia con la sua canzone, L’inverno dei fiori, a colpire di più della prima apparizione di Michele Bravi a Sanremo è stato il suo beauty look: i capelli neri, lunghi e mossi sono acconciati con una riga laterale molto bassa con i riccioli che incorniciano un viso dalla pelle glowy, luminosa e naturale come vuole il trend “make-up no make-up” che non tramonta ormai da anni. Per creare questo effetto, il cantante si è affidato ai trattamenti skincare di Dermalogica: detersione del viso con sapone liquido, crema per il contorno occhi, crema illuminante per il viso, ma soprattutto come ultimo tocco, sopra il trucco della base con primer e BB cream, una mist rinfrescante e lenitiva, da vaporizzare generosamente su tutto il viso. Completano il look le sopracciglia “bushy”: molto folte, ben pettinate verso l’alto e fissate con un gel per sopracciglia.

Dario Mangiaracina: il rossetto è un accessorio moda

Non solo un “trucco” per rendere le labbra più definite ed evidenti, il rossetto è usato sempre più spesso come un accessorio fashion (anche dalle donne). Come? Lo ha mostrato magistralmente Dario Mangiaracina del gruppo La Rappresentante di Lista nella prima serata di Sanremo: scegliendo una tonalità che richiama un altro elemento del proprio look, nel suo caso rosa shocking come i capelli. Il resto del trucco è naturale, con una leggera sfumatura ambrata sulle palpebre, e l’unica altra nota di colore forte è nelle unghie rosso scarlatto. In sintonia perfetta (e trendy) con il rosa bambola.

Achille Lauro: l’arte drammatica richiede la matita nera

Nonostante il look di Achille Lauro per la prima serata di Sanremo sia stato più nudo del solito, anche nel make-up, il cantante non ha rinunciato neanche questa volta a quello che è il trucco più amato da cantanti e musicisti punk e rock di ieri e di oggi: la matita nera colata sotto gli occhi, a effetto smudge. Firmato Gucci, come l’outfit, il make-up di Achille Lauro è tutto concentrato sugli occhi, con mascara nero e matita nera che cola dalla rima alla palpebra inferiore dell”occhio, come si richiede per un effetto drammatico e punk: facile da copiare, basta questa a regalare un’aria “dannata” al look. Nel caso di Achille Lauro, a rendere l’effetto smudge ancora più marcato ci ha pensato la performance: un battesimo punk con tanto di acqua colata sul viso.

Mahmood: labbra glossy in pendent con i gioielli

Oltre a un taglio di capelli undercut portato all’estremo che ricorda quasi un “doppio taglio di capelli”, il beauty look di Mahmood prevede una pelle liscia e uniforme, da ottenere con un primer e un fondotinta o una BB cream, con focus sulle labbra con un gloss che esalta il colore naturale regalando anche un finish satinato. Perfetto da portare con dei brillanti Swarovski alle orecchie.

Maneskin: lo smokey eyes “pro level”

Per chi è alle prime armi con eyeliner, matite e ombretti, copiare il look dei Maneskin non è semplice: diventato il trucco firma della band, per tornare come ospiti a Sanremo Damiano, Ethan, Victoria e Thomas hanno scelta una versione dello smokey eyes nero glitterato, con una la forma del cat eye molto ben definita e allungata. Per replicare il look, si comincia con l’applicazione del mascara, poi si definisce la forma dell’occhio con una linea di eyeliner e sopra una matita – la parte più difficile – infine si sfuma l’ombretto.

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Seleziona la tua lingua


Articoli recenti