LIFESTYLE & WELLNESS

A HEART FULL OF LOVE: QUA PAW!

SPECIALE SAN VALENTINO

FASHION VETS FOR FASHION PETS 

a cura di Federica Clemente e Thomas Calderoni

Associate Veterinarian clinic San Luca

La vita di chi gode della compagnia di un cane o di un gatto è agli antipodi: il felino, spesso ingiustamente accusato di “opportunismo”, è un compagno discreto mentre Fido si distingue per lealtà e dedizione assoluta al proprio amico umano.

gane e gatto_magazzino26 blog

Se il gatto è un’animale relazionale, il cane emerge per la sua natura sociale che appunto facilita molto la convivenza con l’uomo. Entrambe le specie sono, anyway, propense alla communication e all’instaurazione di un legame affettivo.

Il cane è il migliore amico dell’uomo. Ama spropositatamente il suo padrone e per lui è disposto a sacrificare anche la propria vita, e questo, senza chiedere nulla in cambio. Il cane manifesta il suo affetto in tantissimi modi diversi. In questo articolo desideriamo illustrare alcuni comportamenti che fanno capire se il cane “ti ama”.

 “Sono felice di vederti! Bentornato!”

Scodinzolii, abbai, saltelli, sguardo allegro e richiesta di giocare: in tre parole, “fare le feste” è il modo tipico del cane per esprimere la gioia di essere in nostra compagnia. Poco importa se siamo stati lontani alcune ore o solo pochi minuti!

Il comportamento più evidente che dimostra che il cane ci ami molto è il suo scodinzolio tutte le volte che ci vede, in segno di festa.  Quando si rientra a casa dopo una terribile giornata di lavoro, lo sguardo e il comportamento dell’adorato fido ci scalda il cuore e spesso allontana i malumori. Il cane agitando la coda esprime tutto il suo amore e la sua devozione. Se è molto grande arriva persino a metterci le zampe anteriori sulle spalle, quasi come se volesse improvvisare una danza!

“Ti guardo, ti chiedo come mi devo comportare”

A me gli occhi: un cane volge lo sguardo verso il proprietario poiché lo ritiene un riferimento sociale, un “amico fidato” su cui contare per capire se una situazione è pericolosa o meno. Quando un cane ubbidisce sempre a tutti gli ordini impartiti dal suo amico umano significa, senza ombra di dubbio, che lo ama e lo stima moltissimo. Per un cane, eseguire gli ordini che gli vengono dati è un tacito messaggio di affetto, dedizione e fedeltà assoluta.

Quando un cane adora il suo padrone, cerca in tutti i modi di arrivare sul suo letto. Inizialmente ci prova timidamente, e se poi si accorge che non viene rimproverato o invitato a scendere, si accuccia ai piedi del letto e dorme beato.

“Facciamo qualcosa insieme?”

In molte occasioni il cane ci chiede di interagire con lui toccandoci con la zampa, saltandoci addosso oppure, se educato e tranquillo, sedendosi e guardandoci anche mettendo il suo muso vicino alla nostra mano. Anche questi sono segnali di affetto: il quadrupede ci considera come qualcuno con cui trascorrere il tempo piacevolmente, magari collaborando per un obiettivo comune.

“Voglio starti vicino!”

La vicinanza fisica indica una condizione di sicurezza: il cane ci considera uno “del branco” nel quale riporre fiducia e da cui avere protezione e calore.

“Più cibo, più coccole!!

Il cane chiede del cibo al suo padrone non solo per fame ma anche per affetto. Se è sazio e tuttavia cerca di farsi regalare un boccone supplementare dal padrone, questo significa che sta cercando di farsi coccolare perché ama il suo padrone ed è felice di essere nutrito da lui.

Non dimentichiamo, infine, anche l’abitudine a leccare il proprietario, indice di affetto e non solo. Uno dei segnali più eloquenti di attaccamento è il suo istinto di leccare con foga il viso e le mani. Questi gesti corrispondono a dei veri e propri baci

Insomma l’Amore fruibile dal morbido Fido è magico e sorprendente, può guarire i dispiaceri e alimentare una gioia    

inquantificabile: chi non ha un cane non può davvero immaginare l’Amore incondizionato che si può ricevere…

"The information contained in this section are exclusively of informative nature,it, generale e non devono in alcun modo essere sostituzione del parere medico del vostro veterinario di fiducia”