LIFESTYLE & WELLNESS

NATURAL BORN READER – IL DRAGO VERDE

NBR – Natural Born Reader a cura di Roberta Maroni per MAGAZZINO26

Appassionati di Fantasy? In astinenza dalla saga della Rowling? Lettori onnivori e senza pregiudizi? Questo consiglio è per voi: Il drago verde di Scarlett Thomas

il-drago-verde_natural born reader_Magazzino26 Blog

Questa volta parliamo di un libro uscito a settembre. L’autrice, Scarlett Thomson, scrittrice inglese di bestseller, ha uno stile molto originale e trame avvincenti, fresche, sempre leggermente stranianti.

Ho letto molto della sua produzione. Normalmente i suoi romanzi sono ambientati in una attualità colta e trendy, virata da dettagli surreali. I suoi personaggi hanno spesso qualche particolarità (fisica o caratteriale) che li rende unici e simpatici. In più, di solito, hanno una missione, una ricerca da condurre, qualche “mistero” da svelare. Altra presenza costante nei suoi lavori è il legame profondo con i libri (o la scrittura, la creatività) e questa è una caratteristica di sicuro fascino, almeno su di me. Se vi incuriosisce il suo lavoro vi consiglio di recuperare anche qualcuno dei primi libri; non vi lascerà indifferenti.

“Il drago verde” è la sua prima evidente incursione nel fantasy (anche se il fantastico nei suoi romanzi non manca mai) e con protagonisti adolescenti.

Ad esempio, Effie Truelove: ha undici anni, frequenta l’Accademia Tusitala per Ragazzi Dotati, Problematici e Bizzarri e ha un’insegnante che terrorizza tutta la classe.

Fuori dalla scuola non va meglio perchè, dopo una catastrofe che ha riportato la tecnologia agli anni 90, sua madre è scomparsa e suo padre ha una nuova compagna, maniaca della forma fisica.

Effie passa molti pomeriggi con l’adorato nonno, cercando di scoprire i segreti della sua collezione di libri strani e oggetti misteriosi e di convincerlo a condividere con lei le sue conoscenze sulla magia, con scarso successo.

Il nonno, dopo una violenta aggressione, finisce in ospedale e incarica la nipote di prendersi cura della sua biblioteca e di proteggerla da loschi figuri. Le fa avere anche dei doni speciali e alcune indicazioni sibilline; Effie ne scoprirà il significato affrontando una meravigliosa e spaventosa avventura in cui il ruolo dei libri si rivelerà cruciale.

Sin dai primi passi di questo percorso troverà al suo fianco, pronti a proteggerla e ad aiutarla, alcuni dei suoi compagni di classe. Grazie a questa collaborazione ognuno di loro scoprirà aspetti del proprio carattere e potenzialità inaspettate. E che il loro mondo è molto più complesso di quanto potessero immaginare.

“Il Drago verde” è il primo volume di una saga che fa veramente ben sperare. La narrazione ha comunque un suo compimento quindi, tranquilli, non vi costringe ad aspettare il prossimo capitolo per sapere come va a finire. Sì, può sembrare solo una favola ma sono certa che troverà estimatori anche tra gli adulti. Del resto non sono l’unica ad aver apprezzato i libri della serie di Harry Potter, vero?

I temi trattati sono quelli classici della crescita, dell’importanza dell’amicizia e di saper riconoscere il confine fra il bene e il male. I personaggi principali sono ben tratteggiati, sfaccettati da difetti e pregi e ovviamente nei prossimi volumi saranno ulteriormente approfonditi.

Ad aggiungere il necessario fascino ci pensa la magia e tutte le sue abbastanza prevedibili declinazioni. La nostra Scarlett però ha il suo punto di vista, innegabilmente originale.

Per questo motivo, nonostante alcune inevitabili assonanze, non ci ritroviamo tra le mani un clone dei lavori della Rowling. Anzi. Il modo in cui veniamo accompagnati in questo universo, un posto dove la magia, come un piano parallelo, affianca e completa la vita “normale”, è ricco di tanti spunti interessanti.

Inoltre il ruolo giocato dai libri e il “perverso” meccanismo legato ad essi in quanto fonte (in)esauribile di potere, rende la storia architettata dalla Thomson veramente irresistibile. Lo stile brillante e coinvolgente fa de “Il drago verde” una lettura facile, piacevole e divertente. Io, ovviamente, ve lo consiglio.

Buona lettura.