SHOWS,en & EVENTS,en

IL TEATRO DELLE ARIETTE, UN TEATRO IN MEZZO AI CAMPI

Performing Arts a cura di Laura Bevione

Performing Arts_Teatro delle Ariette_magazzino26 blog_02

Performing Arts_Teatro delle Ariette_magazzino26 blog_01

In spring the meadows sprout colorful flowers and fragrant grass but,,it,almost by magic,,it,It can also grow a theater,,it,Not a mirage,,it,But,,ca,a spell destined to vanish as soon as the eyes blinded by the sun they open a bit 'more ... April 8,,it,in the village of Castello di Serravalle,,it,comune di Valsamoggia,,el,Colli Bolognesi,,it,It inaugurates a real theater,,it,strongly and personally built by Stefano Pasquini and Paola Berselli - ie the Teatro delle Ariette - with the complicity of the fedele Maurizio Ferrraresi,,it, qualche volta, quasi per magia, può crescere anche un teatro. Non una fata morgana, però, un incantesimo destinato a svanire non appena gli occhi accecati dal sole si aprono un po’ di più… L’8 aprile, in località Castello di Serravalle, comune di Valsamoggia, sui colli bolognesi, si inaugura un vero teatro, fortemente voluto e personalmente costruito da Stefano Pasquini e Paola Berselli – ossia il Teatro delle Ariette – con la complicità del fedele Maurizio Ferrraresi. But we do a bit 'of history,,it,Stefano and Paola,,it,couple in art as in life,,it,He began his theatrical adventure,,it,staging,,it,A theater in homes,,it,the biographies of the rural communities of the Bolognese that they themselves are part,,it,because Stefano and Paola are not only authors,,it,directors and actors but also farmers,,it,breeders and "cooks",,it,the name chosen for their company,,it,It is the place where stands the farmhouse where they live and which they daily deal,,it: Stefano e Paola, coppia nell’arte come nella vita, inizia la propria avventura teatrale nel 1997 mettendo in scena, con A teatro nelle case, le biografie della comunità contadina dell’Appennino bolognese di cui essi stessi fanno parte. Sì, perché Stefano e Paola non sono soltanto autori, registi e attori ma anche contadini, allevatori e “cucinieri”: il nome scelto per la loro compagnia, infatti, è quello del luogo in cui sorge la cascina in cui vivono e di cui quotidianamente si occupano, cultivating the surrounding land and raising various farm animals,,it,A life in which the toil of daily work is fuel for a constant reflection on one's own biography - married life,,it,the death of a parent - but intertwined with literary references -,,it,The stranger,,it,cous cous and Albert Camus,,it,The bond with the land and its products is reflected in the preparation,,it,contemporary and intrinsic to the staging of the show,,it. Un’esistenza in cui la fatica del lavoro quotidiano è carburante per una costante riflessione sulla propria stessa biografia – la vita matrimoniale, la morte di un genitore – intrecciata però con suggestioni letterarie – Lo straniero in Io, il cous cous e Albert Camus. Il legame con la terra e con i suoi prodotti si esplicita nella preparazione, contemporanea e intrinseca alla messinscena dello spettacolo, foods that are then consumed with viewers,,it,A unique form of theater and engaging,,it,the result of a real need to express thoughts and reflections that you want to share with others,,it,not for vanity,,it,As for the awareness of the communion of experiences with their audience,,it,Maurizio,,it,They were invited in France and have set up their own very special shows in "traditional" Italian theaters - in September last year in Rome with Argentina,,it,Theater to eat,,it. Una forma di teatro unica e coinvolgente, frutto di una reale necessità di esprimere pensieri e riflessioni che si desidera condividere con gli altri, non per vanità, quanto per la consapevolezza della comunione di esperienze con il proprio pubblico. Stefano e Paola, con Maurizio, sono stati invitati in Francia e hanno allestito i propri particolarissimi spettacoli in “tradizionali” teatri italiani – a settembre dello scorso anno all’Argentina di Roma con Teatro da mangiare?- but all their works were born and debuted at Arlette,,it,inside a building,,it,baptized Storage Tools,,it,whose construction began the,,it,fully autofinanziata,,es,After less than a year,,it,April 8,,it,space - designed and built as a farm building,,it,essential and functional - was opened by a show of Armando Punzo and Nicola Rigney,,co,Noh,,es,Since then the Storage Tools hosted all shows produced by the company,,it, all’interno di un edificio, battezzato Deposito Attrezzi, la cui costruzione iniziò il 28 giugno 1999, totalmente autofinanziata. Dopo meno di un anno, l’8 aprile 2000, lo spazio – pensato e realizzato come un edificio rurale, essenziale e funzionale – fu inaugurato da uno spettacolo di Armando Punzo e Nicola Rignanese, Teatro No. Da allora il Deposito Attrezzi ha ospitato tutti gli spettacoli realizzati dalla compagnia, as well as those of the groups invited to the annual event of the festival at the theater in homes,,it,Last summer,,it,Paola and Stefano decided that the storage equipment was to become "officially" a theater and have thus presented to the municipality of Valsamoggia demand for change of use,,it,from "farm building" a place for cultural activities and entertainment,,it,Until the request is discussed and,,it,approved,,it,the pair proceeded to all work on the adaptation,,it. L’estate scorsa, però, Paola e Stefano hanno deciso che il Deposito Attrezzi doveva diventare “ufficialmente” un teatro e hanno dunque presentato al comune di Valsamoggia domanda di cambio di destinazione d’uso: da “edificio rurale” a luogo destinato ad attività culturali e di spettacolo. In attesa che la richiesta venisse discussa e, possibly, approvata, la coppia ha provveduto a tutti i lavori di adeguamento, first of all the substitution of wood stoves with a heating system to electric heat pumps,,it,An effort,,it,including economic,,it,awarded by the officer of the change of use - now the Storage Tools becomes officially Theater Arlette - and the support of many friends - but certain artists,,it,many spectators - that on 8 April will celebrate together with Paola,,it,Stefano Maurizio and the inauguration of the first theater built in the countryside,,it,A special place,,it. Uno sforzo, anche economico, premiato dall’ufficialità del cambio di destinazione – ora il Deposito Attrezzi diventa ufficialmente Teatro delle Ariette – e dal sostegno dei tanti amici – artisti certo ma, soprattutto, tantissimi spettatori – che l’8 aprile festeggeranno insieme a Paola, Stefano e Maurizio l’inaugurazione del primo teatro costruito nella campagna. Un luogo speciale, where the beauty of the theater will coexist and will merge with the beauty of nature,,it,A place around which,,it,They hope the Arlette,,it,continue to prowl "boars,,it,roes,,it,foxes,,it,wolves "and even grow 'trees,,it,grass,,it,wheat and flowers »,,it,A place to still enjoy the pure beauty of nature and the theater,,it,THEATER OF ARIETTE,,it,It is in Via Rio Marzatore,,it,Castello di Serravalle resorts & nbsp; Valsamoggia,,it,A THEATER IN THE MIDDLE OF THE FIELDS,,it. Un luogo attorno a cui, si augurano le Ariette, continueranno ad aggirarsi « cinghiali, caprioli, volpi, lupi» e cresceranno ancora «alberi, erba, frumento e fiori». Un luogo per godere ancora della pura bellezza della natura e del teatro.

Performing Arts_Teatro delle Ariette_magazzino26 blog_03

IL TEATRO DELLE ARIETTE è in Via Rio Marzatore, 2781 – località Castello di Serravalle  Valsamoggia (BO)