FOTOGRAFÍA

DISCRET GLAMOUR – dietro l’obiettivo

DIETRO L’OBIETTIVO – IL PUNTO DI VISTA DEL FOTOGRAFO

a cura di Andrea Chemelli

_and7527-discret-glamour-fashion-beauty-photography-magazzino26-fashion-blog-service-12

(attrezzatura utilizzata: fotocamera Nikon d4s, ottiche Nikon 24-120 f4 VR e 70-200 f2.8 VR, flash Nikon sb900, pannello riflettente Lastolite).

Come amo ripetere, una foto di moda non dipende solo dal fotografo ma è la risultante della combinazione, più o meno felice, di una serie di ingredienti. Prima di tutto, il soggetto: da una modella inesperta, rigida e poco motivata è quasi impossibile cavare qualcosa di buono. Subito dopo viene la luce: bisogna saperla conoscere, interpretare e all’occorrenza manipolare perché risulti funzionale a un determinato soggetto. Non meno importanti, la professionalità e l’estro di stylist, parrucchiere e truccatore, e l’affiatamento tra i componenti del gruppo di lavoro. Infine, la location: in un’epoca di incertezza, nella quale moltissime aziende per paura di osare qualcosa di diverso preferiscono rifugiarsi nell’anonimato di set privi di ogni emozionalità, la possibilità di scattare in un luogo ricco di fascino e personalità può regalare all’immagine un importante valore aggiunto, né più né meno di un bel dipinto collocato in uno spazio espositivo di pregio.

Già in fase di sopralluogo, entrando per la prima volta nella modisteria Yesey si percepisce qualcosa di speciale, magico, intrigante…un’atmosfera a base di luci soffuse, colori caldi, materiali vissuti, oggetti d’altri tempi, artigianalità. Anche il minuscolo borghetto che la ospita è un autentico angolo della vecchia bologna, di quelli che ormai non si trovano quasi più.

Mi è quindi sembrato giusto, in fase di ripresa, rispettare il più possibile l’atmosfera e lo spirito del luogo, senza rischiare di snaturarlo con la costruzione di set e schemi luce complessi. Ho usato solamente un pannello riflettente e, in un paio di casi, un morbidissimo flash di rimbalzo regolato a bassa potenza. L’interpretazione della modella Sara Cilloni, la bellezza dei capi d’alta moda selezionati da Nicola Luccarini e Cristina Fortini, il make-up di Ginevra Fusari e le acconciature di Paolo Crepaldi hanno fatto il resto…e ok, mi ci metto anch’io!

Allo shooting ha partecipato anche il giovane fotografo Gianpaolo Simonetti, che si è occupato di riprendere il backstage.

Guarda il servizio completo DISCRET GLAMOUR qui!