LIFESTYLE & WELLNESS

COSA DIRE DI NOI E COME DIRLO #SECONDA PARTE#

Psicorubrica by Lara Ventisette,,it,"The newest computer in the world can only get worse,,it,thanks to its speed,,it,the most ancient problem in relations between human beings,,it,that of communication,,it,Who must communicate,,it,he will always find himself confronted with the usual problem,,it,what to say and how to say it ",,it,Bill Gates,,en,To communicate who we are in an effective way, it can be useful to know how human beings communicate in general,,it,Communication is a fascinating and complex world,,it

Emotions and Non-Verbal Communication,,it,"... The sphere of relationships is a dimension within which emotional messages count much more than the contents of our communications",,it,Of course,,it,according to numerous research on the topic of communication,,it,in the interactions with our interlocutors it is much more HOW we express ourselves,,it,with respect to WHAT we say,,it,The emotional message conveyed by ours remains impressed with the people we speak with,,it,not verbal communication,,it,or better,,it

1-Emozioni e Comunicazione non Verbale_Lara Ventisette_Magazzino26 blog

Dove eravamo rimasti?

“…La sfera delle relazioni è una dimensione all’interno della quale i messaggi emotivi contano molto più dei contenuti delle nostre comunicazioni”.

Eh già, stando alle numerose ricerche sul tema comunicazione, nelle interazioni con i nostri interlocutori conta molto più COME ci esprimiamo, rispetto a COSA diciamo. Alle persone con cui parliamo resta impresso il messaggio emotivo veicolato dalla nostra comunicazione NON verbale, o meglio, as much as the emotional and verbal messages agree or disagree,,it,Two words on the emotions,,it,the term emotion derives from "ex" = going out and "motio" = moving,,it,fire,,ku,Emotion is an inner process aroused by an event-stimulus relevant to the interests of the person and is accompanied by experiences of subjective interpretation,,it,feelings,,it,physiological changes,,it,regulated by the,,it,nervous system,,pt,autonomous,,it,hormonal and electro-cortical reactions,,it,"expressive" behaviors,,it,posture and body movements,,it,vocal emissions,,it.

Due parole doverose sulle emozioni: il termine emozione deriva da “ex”=uscire e “motio”= muoversi, agire. L’emozione è un processo interiore suscitato da un evento-stimolo rilevante per gli interessi della persona e si accompagna a esperienze di interpretazione soggettiva (sentimenti), cambiamenti fisiologici (regolati dal sistema nervoso autonomo, reazioni ormonali ed elettro-corticali), comportamenti “espressivi” (postura e movimenti del corpo, emissioni vocali).

The expressive behavior of emotions concerns,,it,NON-verbal communication,,it,What exactly is it?,,it,We can distinguish the,,it,Dynamic and Statics,,it,Non-verbal communication Dynamics includes,,it,Paralinguistic system,,pt,tone,,es,frequency,,it,rhythm of the voice,,it,silence,,it,Kinesic system,,it,eye contact,,it,facial mimic,,it,gestures,,it,Prossemica,,pt,or the way to occupy space and to adjust the distance / proximity to / from other people,,it,haptic,,ro,it consists of the communicative messages expressed through the physical contact,,it,the handshake,,it, appunto, la comunicazione NON verbale. Cos’è esattamente?

Possiamo distinguere la comunicazione NON verbale in: Dinamica e Statica.

La comunicazione NON verbale Dinamica comprende:

– Sistema paralinguistico: tono, frequenza, ritmo della voce, silenzio

Sistema cinesico: contatto visivo, mimica facciale, gestualità, postura

– Prossemica: ovvero il modo di occupare lo spazio e di regolare la distanza/vicinanza dalle/alle altre persone.

– Aptica: è costituita dai messaggi comunicativi espressi tramite il contatto fisico (eg: la stretta di mano, the kiss on the cheeks,,it,a hug,,it,a pat on the shoulder,,it,Because the Non-Verbal kit for human beings is partly innate and partly learned,,it,when we talk about,,it,the culture of belonging plays a crucial role,,it,for example, the amount of physical contact present in interpersonal relationships among people of South-European culture would be considered as a violent form of invasion by the North-European peoples,,it,Non-verbal non-static communication,,it,Also this aspect of the,,it, un abbraccio, una pacca sulla spalla…).

Poiché il corredo Non Verbale per gli esseri umani è in parte innato e in parte appreso, quando parliamo di comunicazione NON verbale la cultura di appartenenza riveste un ruolo cruciale: ad esempio la quantità di contatto fisico presente nei rapporti interpersonali fra le persone di cultura sud-europea verrebbe considerata come una violenta forma di invadenza dai popoli nord-europei.

La comunicazione NON verbale Statica

Anche questo aspetto della comunicazione NON verbale it is relevant to influencing our communications,,it,clothing is part of it,,it,hairstyle,,it,makeup and accessories,,it,The static and dynamic components of communication are the privileged channel through which we tell the world about our personality and our lifestyle,,it,Studies on the well-known "first impression" effect reveal that it is based precisely on the expressive behaviors that we manifest in the first ten seconds of interaction with the interlocutor,,it: ne fanno parte l’abbigliamento, l’acconciatura, il trucco e gli accessori.

Le componenti statica e dinamica della comunicazione sono il canale privilegiato attraverso cui raccontiamo al mondo la nostra personalità e il nostro stile di vita.

Gli studi sul noto effetto “prima impressione” rivelano che esso si basa proprio sui comportamenti espressivi che manifestiamo nei primi dieci secondi di interazione con l’interlocutore: we are struck above all by clothing and its body morphology,,it,from her hairstyle,,it,from its smell and gender,,it,then we pay attention to its first ten steps,,it,& Nbsp; at his first ten words,,it,at his first ten centimeters of the face,,it,to his facial mimicry,,it,to his look and to the kind of visual contact that acts,,it,The static appearance of the,,it,it immediately generates a first impression in the viewer and is more controllable by each of us,,it, dalla sua pettinatura, dal suo odore e dal genere; poi prestiamo attenzione ai suoi primi dieci passi,  alle sue prime dieci parole, ai suoi primi dieci centimetri del viso, alla sua mimica facciale, al suo sguardo e al tipo di contatto visivo che agisce.

L’aspetto statico della comunicazione NON verbale genera immediatamente una prima impressione in chi ci guarda ed è più controllabile da ciascuno di noi; we can calibrate it in a conscious way according to specific objectives,,it,adapting it to the specific situation and to the people involved there & nbsp;,,it,The next article will be titled,,it,What to say about us and how to say it,,it,third part # the use of colors,,it,Prepare yourself,,it,WHAT TO SAY ABOUT US AND HOW TO SAY IT #SECONDA PART #,,it, adattandolo alla situazione specifica e alle persone che vi sono coinvolte.

Il prossimo articolo sarà intitolato Cosa dire di noi e come dirlo #terza parte# l’uso dei colori. Preparatevi! 

2-Emozioni e Comunicazione non Verbale_Lara Ventisette_Magazzino26 blog