BOLOGNA MUSEUMS,it

BOLOGNA PROGRAMMING MUSEUMS AND EXHIBITIONS by,it 21 al 27 Aprile 2017

APPUNTAMENTI IN PROGRAMMA

DA VENERDÌ’ 21& Nbsp; ON THURSDAY' 27 APRILE 2017

Ogni settimana i Musei Civici di Bologna propongono un ricco calendario di appuntamenti, per svelare le loro collezioni e raccontare aspetti ed episodi inediti e curiosi della storia della città, anche attraverso punti di vista differenti e insoliti accostamenti fra le diverse collezioni. Conferenze, laboratori, concerti, visite guidate, visite in lingua sono i principali “strumenti” di questo racconto, che si dispiega lungo millenni di storia, dai primi utensili in pietra di uomini vissuti 800.000 anni fa ai prodotti dell’attuale distretto industriale, dalla pittura alle varie forme dell’arte moderna e contemporanea, from music to great epics political and civil. & nbsp; Please note that the museums are open Tuesday,,it,on the occasion of Liberation Day,,it,Special opening for the Museum for the Memory of Ustica Monday,,it,Falls,,fr,mummies and funerary practices in ancient Egypt,,it,To the ancient Egyptians death did not represent the end of life but the transition to a higher form of existence and eternal,,it 25 April, in occasione della Festa della Liberazione, con orario festivo. Apertura straordinaria per il Museo per la Memoria di Ustica lunedì 24 April, from 10 all 18.

IN EVIDENZA

martedì 25 April

ore 16:00 Museo Archeologico – Via dell’Archiginnasio, 2

MuseoArcheologico_CollezioneEgizia_bologna musei_magazzino26 blog

 “Tombe, mummie e pratiche funerarie nell’antico Egitto” – Visita guidata con Laura Bentini, archeologist of the museum.

Per gli antichi egiziani la morte non rappresentava la fine della vita ma il passaggio ad una forma di esistenza superiore ed eterna. The visit to the Egyptian collection of the museum will offer an opportunity to discover what were the funerary practices,,it,special rites,,it,the devices and objects that magically allowed the continuation of life in the Hereafter,,it,Music for children's rooms,,it,to play with your voice with its Collective QB,,it,The musicians of the QB Collective propose to children and parents to kick-start voice and gestures,,it,playing with musical ideas published in,,it,and in the most recent,,it,Papparappa,,en, gli speciali riti, gli accorgimenti e gli oggetti che consentivano magicamente la continuazione della vita nell’Aldilà.

Ingresso: € 4,00 + biglietto museo (€ 5,00 intero / € 3,00 ridotto). Per i possessori della Card Musei Metropolitani Bologna € 3,00 per la visita guidata (ingresso museo gratuito) – Info: www.museibologna.it/archeologico

PER I BAMBINI

sabato 22 April

ore 10:30 Museo della Musica – Strada Maggiore, 34 – In occasione della rassegna The Best of – “Musica da cameretta”

Meeting and workshop for children 2 a 4 anni, per giocare con la voce con il Collettivo QB.

I musicisti del Collettivo QB propongono a bambini e genitori di mettere in moto voce e gesti, giocando con le idee musicali pubblicate in “Musica da cameretta” e nel più recente “Papparappa”, and creating fun and engaging group executions,,it,The Collective QB is an active group in Bologna at the Association QB Quanto Basta,,it,five professionals with different skills working in music with the kids,,it,conducting workshops and singing voice game,,it,narrations,,it,music therapy meetings,,it,& Nbsp; For the exhibition Strolling for museums,,it,Guided tour of the Medieval Museum and La QUADRERIA,,it,Medieval Museum entrance ticket,,it,Reports from the Archaeological Museum in wartime,,it.

Il Collettivo QB è un gruppo attivo a Bologna presso l’Associazione QB Quanto Basta: cinque professionisti con diverse competenze che lavorano in ambito musicale con i bambini, conducendo laboratori di gioco vocale e canto, narrazioni, incontri di musicoterapia.

Prenotazione obbligatoria solo online su www.museibologna.it/musica.

Si richiede conferma o eventuale disdetta entro il giovedì precedente la data del laboratorio.

Ingresso: gratuito – Info: www.museibologna.it/musica

ore 15:30 Museo del Patrimonio Industriale – Via della Beverara, 123

“La Scienza curiosa” – Workshop for children from 6 a 10 anni.

Giochi ed esperimenti per capire semplici principi scientifici in un curioso viaggio di scoperta ed approfondimento di alcune leggi della fisica, della meccanica e dell’ottica.

I ragazzi, protagonisti in prima persona come piccoli scienziati, assisteranno ad alcuni esperimenti spettacolari, ribattezzati con nomi simpatici e divertenti: “la pila con le mani”, “il palombaro”, “la danza dei forzati”.

Attraverso queste ed altre insolite esperienze, il percorso si propone di fornire informazioni e curiosità sul mondo che ci circonda, coinvolgendo i ragazzi  nell’attività con semplici prove e stimolando in loro la voglia di conoscere e capire.

Prenotazione obbligatoria allo 051 6356611 (within hours 13 on Friday 21 April).

Ingresso: € 4,00 (gratuito per un accompagnatore adulto)

Info: www.museibologna.it/patrimonioindustriale

GLI ALTRI APPUNTAMENTI

venerdì 21 April

ore 17:00 Museo Medievale – Via Manzoni, 4

La QUADRERIA. Palazzo Rossi Poggi Marsili – Via Marsala, 7

 Per la rassegna A zonzo per i musei: percorsi tra i patrimonio civici e delle antiche Opere Pie

“Visita guidata al Museo Medievale e a La QUADRERIA. Palazzo Rossi Poggi Marsili”

Guided tour with Ilaria Negretti, RTI Untitled s.r.l.. e ASTER s.r.l.

La rassegna “A zonzo per i musei”, realizzata dai Musei Civici d’Arte Antica in collaborazione con La QUADRERIA. Palazzo Rossi Poggi Marsili, propone un ciclo di visite guidate che vede coinvolte opere presenti all’interno delle collezioni del Museo Civico Medievale, delle Collezioni Comunali d’Arte, del Museo Davia Bargellini e de La QUADRERIA. Palazzo Rossi Poggi Marsili, di proprietà dell’ASP Città di Bologna.

Le visite guidate si svolgono fino al 15 dicembre, il terzo venerdì di ogni mese ad eccezione del mese di agosto, alle ore 17.

Ingresso: biglietto ingresso Museo Medievale (€ 5,00 intero / € 3,00 ridotto)

Info: www.museibologna.it/arteantica

sabato 22 April

ore 16:00 Museo Archeologico – Via dell’Archiginnasio, 2

“Cronache dal Museo Civico Archeologico in tempo di guerra” – Anna Tulliach Conference,,it,historian,,it,Alessandro Algardi and Bolognese sculpture of the seventeenth century,,it,Guided tour of the exhibition "Algardi,,it,three portraits in comparison "with Paolo Cova,,it,Starting from the beautiful wax models on display,,it,the visit aims to take stock of the history and the artistic career of one of the greatest Italian sculptors from Bologna of the seventeenth century,,it,Alessandro Algardi,,en,The 'golds room,,it,and baroque frames of the Davia Bargellini Museum,,it, storica dell’arte.

Ingresso: Free to availability – Info: www.museibologna.it/archeologico

ore 16:00 Collezioni Comunali d’Arte, Palazzo d’Accursio – Piazza Maggiore, 6

“Alessandro Algardi e la scultura bolognese del Seicento”

Visita guidata alla mostra “Algardi, Bernini, Velázquez: tre ritratti a confronto” con Paolo Cova, RTI Untitled s.r.l.. e ASTER s.r.l.

Partendo dalla splendida ceroplastica in mostra, la visita si propone di fare il punto sulla storiografia e il percorso artistico di uno dei massimi scultori italiani di origini bolognesi del Seicento, Alessandro Algardi.

Ingresso: biglietto museo (€ 5,00 intero / € 3,00 ridotto) – Info: www.museibologna.it/arteantica

domenica 23 April

ore 10:30 Museo Davia Bargellini – Strada Maggiore, 44

“La ‘sala degli ori’ e le cornici barocche del Museo Davia Bargellini”

Visita guidata a cura di Paolo Cova, RTI Untitled s.r.l.. e ASTER s.r.l.

In the history of the Bolognese Renaissance and Baroque,,it,the evolution and development of frames along roads possible with results of extraordinary merit,,it,The visitor will be led to the discovery of this artistic practice,,it,which reached its heyday in the Baroque period and was rightly celebrated by the Davia Bargellini Museum collection,,it,only one of its kind in the world,,it,Tullo Golfarelli,,sv,sculptor workers,,it,herald elegance,,it, l’evoluzione e lo sviluppo delle cornici percorre strade impensabili con risultati di straordinario pregio.

Il visitatore verrà condotto alla scoperta di questa pratica artistica, che raggiunse il massimo del suo splendore nell’epoca barocca e venne giustamente celebrata dalla collezione del Museo Davia Bargellini, unica nel suo genere a livello mondiale.

Ingresso: gratuito – Info: www.museibologna.it/arteantica

ore 10:30 Cimitero della Certosa – Via della Certosa, 18

“Tullo Golfarelli, scultore degli operai, araldo dell’eleganza”

The studies promoted by the publication of the monograph on this artist have restored the image of a man strongly linked to political and social passions of the time,,it,able to represent the struggles of the workers with Social Realism but also to express the grace and elegance of the Liberty style,,it,Vapor,,it,the new,,it,The activity,,it,designed for adults and children,,it,It is dedicated to the steam engine,,it,the most important technological innovation of the eighteenth century,,it,invented by James Watt from,,it, in grado di rappresentare le fatiche degli operai con il Realismo sociale ma anche di esprimere grazia ed eleganza di gusto Liberty.

Visita guidata a cura di Associazione Culturale Didasco.

Prenotazione obbligatoria al 348 1431230 (pomeriggio-sera).

Ritrovo presso l’ingresso principale della Certosa (cortile Chiesa).

Ingresso: € 10,00 (per ogni ingresso pagante due euro saranno devoluti per la valorizzazione della Certosa)

Info: www.museibologna.it/risorgimento

ore 11:00 Museo per la Memoria di Ustica – Via di Saliceto, 3/22

“Visita guidata al Museo per la Memoria di Ustica”

Una visita al luogo che l’artista francese Christian Boltanski ha creato per la città in ricordo delle vittime della tragedia di Ustica. Un’occasione per riflettere sulla memoria e sull’identità di ciascuno di noi, ripercorrendo le vicende della nostra storia contemporanea.

Prenotazione obbligatoria allo 051 6496627 (martedì e giovedì dalle 9 all 17) oppure mamboedu@comune.bologna.it.

Ingresso museo: gratuito

Visita guidata: € 4,00. Per i possessori della Card Musei Metropolitani Bologna e altri convenzionati: guided tour € 3,00

Info: www.mambo-bologna.org

ore 16:00 Museo del Patrimonio Industriale – Via della Beverara, 123

“Vapore: la ‘nuova’ energia!” – Laboratory-guided tour for families.

L’attività, pensata per adulti e bambini, è dedicata alla macchina a vapore, la più importante innovazione tecnologica del XVIII secolo, inventata da James Watt a partire dal 1765.

Visitors can take a journey through the centuries to discover the history and use of heat engines,,it,Along the halls of the museum will be able to operate a model of Aeolus cell Heron,,co,scientist lived in the first century A.D.,,it,know some thermal machines as the seventeenth pressure cooker Dénis Papin and understand the workings,,it,with models,,it,the machines designed by Thomas Savery and Thomas Newcomen in eighteenth-century England,,it,As travel equipment,,it. Lungo le sale del museo sarà possibile mettere in funzione un modello della eolipila di Erone (scienziato vissuto nel I secolo d.C.), conoscere alcune macchine termiche come la seicentesca pentola a pressione di Dénis Papin e capire il funzionamento, con dei modelli, delle macchine progettate da Thomas Savery e Thomas Newcomen nella Inghilterra del XVIII secolo.

Come attrezzature di viaggio, adults and children,,it,as travelers of the past,,it,They will have luggage and maps for orientation and to perform small experiments so as to better understand the power and versatility of the thermal energy and ingenuity of the steam engine which will make it the undisputed star of the Industrial Revolution,,it,Traveling to the afterlife,,it,images from the Etruscan stele,,it,Guided tour with Laura Minarini,,co,badge,,ro,Guided tour of the exhibition with the curators Luisa Gnecchi Ruscone and Jurate F,,it, come i viaggiatori del passato, avranno a disposizione bagagli e mappe per orientarsi e per effettuare piccoli esperimenti così da meglio comprendere la potenza e la versatilità dell’energia termica e la genialità della macchina a vapore che la renderà indiscussa protagonista della Rivoluzione industriale.

Prenotazione obbligatoria allo 051 6356611 (within hours 13 on Friday 21 April).

Ingresso: biglietto museo (€ 5,00 intero / € 3,00 ridotto)

Info: www.museibologna.it/patrimonioindustriale

ore 16:00 Museo Archeologico – Via dell’Archiginnasio, 2

“In viaggio per l’aldilà: immagini dalle stele etrusche”

Visita guidata con Laura Minarini, archeologist of the museum.

Ingresso: € 4,00 + biglietto museo (€ 5,00 intero / € 3,00 ridotto). Per i possessori della Card Musei Metropolitani Bologna € 3,00 per la visita guidata (ingresso museo gratuito) – Info: www.museibologna.it/archeologico

ore 16:30 Museo Medievale – Via Manzoni, 4

“STIGMĂTA – La tradizione del tatuaggio in Italia” – Visita guidata alla mostra con le curatrici Luisa Gnecchi Ruscone e Jurate F. Licata.

Ingresso: biglietto museo (€ 5,00 intero / € 3,00 ridotto) – Info: www.museibologna.it/arteantica

lunedì 24 April

ore 15:30 Cimitero della Certosa – Via della Certosa, 18

“The Papacy Bourbon Austria had the implacable enemy,,it,A walk with Roberto Martorelli,,it,to remember some of the figures who have fought for their ideals,,it,for a unified, republican Italy,,it,From democratic aspirations of Giosue Carducci in the battles for Freedom of the Partisans,,it,For owners of Bologna Metropolitan Museum Card and other authorized €,,it,Liberation Day,,it”

Una passeggiata insieme a Roberto Martorelli, Museo civico del Risorgimento, per ricordare alcune delle figure che hanno lottato per i propri ideali, per una Italia unificata e repubblicana. Dalle aspirazioni democratiche di Giosue Carducci alle battaglie per la Libertà dei Partigiani.

Ritrovo presso l’ingresso principale della Certosa (cortile Chiesa).

Ingresso: € 4,00. Per i possessori della Card Musei Metropolitani Bologna e altri convenzionati € 3,00

Info: www.museibologna.it/risorgimento

MOSTRE

 Museo Archeologico – Via dell’Archiginnasio, 2

“Mostra degli illustratori di Bologna Children’s Book Fair 2017”, until the 7 maggio 2017

Finalmente in città la mostra degli Illustratori 2017: per la prima volta il parterre dei talenti dell’illustrazione contemporanea, ogni anno selezionato da una Giuria internazionale, si sposta dai padiglioni della Fiera alle sale del Museo Archeologico.

75 autori, editi ed inediti, provenienti da ben 26 Paesi di culture, stili, sensibilità diversissimi tra loro: dal Cile al Sudafrica, dalla Polonia agli Stati Uniti, dal Giappone a Israele, dall’Italia all’Iran. Un momento imperdibile per vedere magnifiche illustrazioni da tutto il mondo.

Info: www.museibologna.it/archeologico

 Museo Medievale – Via Manzoni, 4

"stigma – The tradition of tattooing in Italy ", until the 30 April 2017

 There is a thread that binds the Medieval Museum with Ötzi – also known as Mummia del Similaun, a Nicholas Lilin – author of the novel "Siberian Education", Danilo Rossi of Cossano Lajolo – researcher and scholar of Italian traditions of the knife and the stick, until you get to the Museum of Criminal Anthropology "Cesare Lombroso" Turin University: are all protagonists of the first exhibition dedicated to the history of Italian Tattoo held at the museum.

Three themes are traditional tattoo in Italy: the tattoo craftsmen, religious tattoo of Christians and pilgrims, tattooing of criminals.

The exhibition addresses these issues from the origins, digging up a past that has ancient roots. He told through the mummy and its 61 tattoos: are in fact the symbols of Mummia del Similaun to open the path with a photo exhibition dedicated to him. The materials are made available by the Anthropological Museum of Alto Adige in Bolzano.

The Museum of Criminal Anthropology "Cesare Lombroso" Turin University has provided images and unpublished drawings by prisoners and affiliates to organized crime investigated in between 800 and 900. And yet the visitor can get in touch with the tattoo culture through photos, tools and prints from the private collections of Danilo Rossi of Cossano Lajolo, Fercioni Tattoo Museum and Art Tattoo Studio Marco Pisa.

The exhibition is organized by the stigmata, and is held in collaboration with the Civic Museum of Ancient Art and the Tattoo Expo Bologna.

Info: www.museibologna.it/arteantica

Museo della Musica – Strada Maggiore, 34

“The wonders. Isabelle Arsenault”, until the 7 maggio 2017

For the first time in Italy, the Music Museum is hosting an exhibition dedicated to the universe Canadian illustrator Isabelle Arsenault, on the occasion of BOOM! Growing up in books and Bologna Children's Book Fair

The work of Isabelle Arsenault, that moves between cartoon and illustration, It features peculiar use of color that tells and is the mouthpiece of his characters' emotions, mostly teenagers, He is dealing with family relationships and the world around them.

On display are exposed the original drawings of the first artist graphic novel, “Jane, the fox and I”, along with those of his latest work “Among Louis Spectra” (output for Mondadori), both made with the Canadian writer Fanny Britt.

A special space is also given to the two biographies of artists illustrated by the author: “Cloth Lullaby, The woven life of Louise Bourgeois” (con Amy Novesky, published by Abrams and winner of braw 2017 Best art book) childhood of the famous French artist Louise Bourgeois, e “Virginia Wolf” (Kyo Maclear with, published by Rizzoli), which tells the intense and intricate relationship between Virginia Woolf and her sister Vanessa Bell girls.

“Alpha” (The edito da Watermelon), a rich visual primer that reinterprets the NATO alphabet code with ingenuity and imagination, It is exposed through the halls of the museum, making a visual outline the musical codes and tools that the museum holds.

The exhibition is curated by Hamelin Cultural Association in collaboration with The Pastèque, Mondadori, Transbook Children’s Literature on the Move.

Info: www.museibologna.it/musica

Museo Morandi – Via Don Minzoni, 14

“Catherine Wagner. In Situ: Traces of Morandi”, until the 3 settembre 2017

Il Museo Morandi prosegue nell’intento di valorizzare la propria collezione anche grazie a un programma di mostre temporanee tese ad accostare il lavoro di Giorgio Morandi all’opera di artisti che a vario titolo si sono a lui ispirati. Dopo Alexandre Hollan, Wayne Thiebaud, Tacita Dean, Rachel Whiteread e Brigitte March Niedermair, è Catherine Wagner a confrontarsi con l’opera del maestro bolognese.

Until the 3 settembre 2017, two halls of the museum host the exhibition “In Situ: Traces of Morandi”, edited by Giusi Vecchi, offering 21 American artist works, made between 2015 and the 2016.

During his thirty-year career, Catherine Wagner studied the built environment as a metaphor for the way we create our cultural identity and analyzed with photography the different ways in which man has shaped the world.

The American artist stayed in Bologna in the last years, working in the office of House of Grizzana Morandi and what to study austere structural logic and poetry of nature Morandi's death.

Wagner envisioned new compositions of still lifes with objects that the Bolognese artist represented in his works, abstracting from these models, both formally and conceptually, new structures through repetition of images and fleeting shadow texture.

The result was the first series on display, entitled “Shadows”, in which only the shadows cast on the background of his compositions are photographed, dematerialized creating images in which solid objects seem elusive, enclosed vibrating aura to the margin of their semblance, subtracted to their tangible presence in time and entrusted to the shadow transience.

In the other series, “Wrapped objects”, in which the objects are part of the frame, the artist wraps them in aluminum foil, to hide the patina of time that was deposited by projecting them in a present abstract and without history.

Info: www.mambo-bologna.org

MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna – Via Don Minzoni, 14

“... and also did a children's book”, until the 22 April 2017

What happens when great musicians, graphics or artists, in short, authors often consociuti in a completely different field, They decide to compete with the world of children's books? An exhibition to discover the amazing picture books by authors “unsuspected”, as the musician John Cage, the artist Paul Cox and the graph Milton Glaser. In also shows other small “pitch invasions” from Ó.P.L.A, the archive of the artist's book for kids Merano, with picture books created by John Lennon, Dino Buzzati and Emilio Isgrò.

La mostra, staged at the education department MAMbo, It is organized by Corraini, in collaboration with MAMbo Education Department and Archives Ó.P.L.A Merano during BOOM! Growing up in books and Bologna Children's Book Fair

Opening time: from 3 April 8th 2017: ore 10-19; from 9 al 22 April: martedì, Wednesday and Sunday hours 10-18; giovedì, venerdì e sabato: ore 10-19; lunedì chiuso; domenica 16 it's Monday 17 April closed.

Info: www.mambo-bologna.org

“Hansel and Gretel”, until the 5 maggio 2017

In displays the tables realized by Sophia Martineck for its interpretation of the comic great classic Brothers Grimm. A timeless tale filtered through a contemporary look. The German illustrator and cartoonist reads the story with lyricism and lightness, through a suspended, the dynamism of dialogue and action that characterizes the language of comics. Alongside original drawings will be exhibited color reproductions and material sources of inspiration, on a path that plunges into the original flavor of the fable and in the creative process of the designer.

The comic book Hansel and Gretel is part of the new series dedicated to childhood "Dino Buzzati" Dog Days of editions and is part of the larger project "Dog Days Children" in which the balloon is at the center of educational sessions that promote reading and practice art by seeking dialogue with other forms of storytelling.

La mostra, held at the Library Mambo, on the occasion of BOOM! Growing up in books and Bologna Children's Book Fair, Heat wave is curated by cultural association in collaboration with Education Department MAMbo, Goethe-Institut Rom and Fondazione Monte di Bologna and Ravenna.

Opening time: from 2 al 6 April 2017: ore 10-13 e 14-19; from 7 April to 5 maggio: Tuesday and Thursday hours 9-13 e 14-18; Wednesday and Friday hours 9-14. Closed Saturday, domenica, Monday and Tuesday 25 April.

Info: www.mambo-bologna.org

Collezioni Comunali d’Arte, Palazzo d’Accursio, Piazza Maggiore, 6

“Algardi, Bernini, Velázquez: tre ritratti a confronto”, fino all’8 maggio 2017

I Musei Civici d’Arte Antica, in collaborazione con i Musei Capitolini di Roma, espongono per la prima volta a Bologna un dipinto di Diego Velázquez (1599-1660).

Nella Sala Urbana delle Collezioni Comunali d’Arte è visibile il “Ritratto di uomo” della Pinacoteca Capitolina, che la critica ha supposto possa essere un autoritratto del celebre artista spagnolo.

L’arrivo del quadro a Bologna, che offre anche l’occasione per ricordare il passaggio dello stesso grande pittore spagnolo nella nostra città nel corso del suo primo viaggio in Italia (1629-1641), presta lo spunto per costruire un breve percorso su alcuni momenti della storia del ritratto nella Roma della prima metà del Seicento, in cui si assiste ad una nuova formulazione di questo specifico genere artistico, destinata a grande fortuna.

La mostra, a cura di Massimo Medica e Mark Gregory D’Apuzzo, accosta infatti allo straordinario dipinto dell’artista spagnolo due opere dei Musei Civici bolognesi, ugualmente significative: il “Busto di papa Gregorio XV” (1621-1622) di Gian Lorenzo Bernini (1598-1680), esemplare in bronzo derivato dal prototipo in marmo richiesto dal cardinal nipote Ludovico Ludovisi in occasione della salita dello zio al soglio pontificio, e la “Testa di San Filippo Neri” (realizzata intorno al 1640) di Alessandro Algardi (1595-1654), modellata in cera rossa e ricavata dalla maschera funeraria del Santo conservata nella chiesa della Vallicella a Roma.

Tre ritratti, dunque, uno in pittura e due in scultura.

Info: www.museibologna.it/arteantica

Museo Medievale – Via Manzoni, 4

“San Domenico: il volto del Santo nei codici miniati del Museo Civico Medievale 1216-2016”, fino all’11 giugno 2017

In occasione dell’Ottavo Centenario della conferma della regola dell’Ordine dei Predicatori (1216-2016), la piccola esposizione, curata da Ilaria Negretti e Paolo Cova, è dedicata allo studio iconografico delle miniature di Domenico rintracciate nei codici Due-Trecenteschi conservati nella collezione del Museo Civico Medievale.

«…era di statura media, di corporatura delicata, la faccia bella e un poco rossa, i capelli e la barba leggermente rossi, belli gli occhi. Dalla sua fronte, e fra le ciglia, irraggiava un certo splendore, che attirava tutti a venerarlo e ad amarlo. Sempre ilare e giocondo, se non mosso a compassione per qualche afflizione del prossimo. Aveva le mani lunghe e belle. Aveva una grande voce bella e risonante. Non fu affatto calvo, ma aveva la corona della rasura del tutto integra, cosparsa di pochi capelli bianchi.»

In questa mirabile descrizione di Domenico di Guzmán la beata Cecilia Cesarini, partecipe della prima esperienza del nuovo ordine, tratteggia con realismo la sua fisionomia. È interessante notare come le immagini più antiche, realizzate nella seconda metà del XIII secolo, a qualche decennio di distanza dalla morte del Santo (1221), paiono tramandare la memoria del suo vero volto.

Info: www.museibologna.it/arteantica


L’Istituzione Bologna Musei racconta, attraverso le sue collezioni, l’intera storia dell’area metropolitana bolognese, dai primi insediamenti preistorici fino alle dinamiche artistiche, economiche, scientifiche e produttive della società contemporanea.

Un unico percorso diffuso sul territorio, articolato per aree tematiche. Archeologia, storia, storia dell’arte, musica, patrimonio industriale e cultura tecnica sono i grandi temi che è possibile affrontare, anche attraverso percorsi trasversali alle varie sedi.

Fanno parte dell’Istituzione Bologna Musei: MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna, Museo Morandi, Casa Morandi, Villa delle Rose, Museo per la Memoria di Ustica, Museo Civico Archeologico, Museo Civico Medievale, Collezioni Comunali d’Arte, Museo Civico d’Arte Industriale e Galleria Davia Bargellini, Museo del Patrimonio Industriale, Museo e Biblioteca del Risorgimento, Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna, Museo della Tappezzeria “Vittorio Zironi”. – Info: www.museibologna.it.

La Card Musei Metropolitani di Bologna è il nuovo servizio attivato in occasione del IX centenario del Comune di Bologna per ampliare l’accessibilità al patrimonio storico artistico della città: un abbonamento che offre accesso illimitato alle collezioni permanenti e ingresso a prezzo ridotto alle mostre temporanee di tanti musei della città e dell’area metropolitana. Vale 12 mesi e costa 25 euro: tutte le informazioni sono disponibili sul sito cardmuseibologna.it.

INDIRIZZI E RECAPITI

MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna e Museo Morandi

via Don Minzoni 14 – tel. 051 6496611

aperto: martedì, mercoledì, domenica e festivi: ore 10-18; giovedì, venerdì e sabato: ore 10-19

25 April (Festa della Liberazione): ore 10-18

Casa Morandi

via Fondazza 36 – tel. 051 6496611

aperto: by appointment only on the following days and times:

from October to May on Friday and Saturday hours 14-16; domenica: ore 11-13

from June to September on Friday and Saturday hours 17-19; domenica: ore 11-13

25 April (Festa della Liberazione): chiuso

Villa delle Rose

via Saragozza 228/230 – tel. 051 436818 – 6496611

aperto: in occasione di eventi espositivi

Museo per la Memoria di Ustica

via di Saliceto 3/22 – tel. 051 377680

venerdì, sabato e domenica: ore 10-18

24 April: ore 10-18

25 April (Festa della Liberazione): ore 10-18

Museo Civico Archeologico

via dell’Archiginnasio 2 – tel. 051 2757211

aperto: martedì – venerdì: ore 9-15; sabato, domenica e festivi: ore 10-18.30

25 April (Festa della Liberazione): ore 10-18.30

Museo Civico Medievale

via Manzoni 4 – tel. 051 2193916 – 2193930

aperto: martedì – venerdì: ore 9-15; sabato, domenica e festivi: ore 10-18.30

25 April (Festa della Liberazione): ore 10-18.30

Collezioni Comunali d’Arte

Palazzo d’Accursio, Piazza Maggiore 6 – tel. 051 2193998

aperto: martedì – venerdì: ore 9-18.30; sabato, domenica e festivi: ore 10-18.30

25 April (Festa della Liberazione): ore 10-18.30

Museo Civico d’Arte Industriale e Galleria Davia Bargellini

Strada Maggiore 44 – tel. 051 236708

aperto: martedì – sabato: ore 9-14; domenica e festivi: ore 9-13

25 April (Festa della Liberazione): ore 9-13

Museo internazionale e biblioteca della musica

Strada Maggiore 34 – tel. 051 2757711

aperto: martedì – venerdì: ore 9.30-16; sabato, domenica e festivi: ore 10-18.30

25 April (Festa della Liberazione): ore 10-18.30

Museo del Patrimonio Industriale

via della Beverara 123 – tel. 051 6356611

aperto: martedì, mercoledì, giovedì, venerdì: ore 9-13; sabato: ore 9-13 e 15-18; domenica: ore 15-18

25 April (Festa della Liberazione): chiuso

Museo civico del Risorgimento

Piazza Carducci 5 – tel. 051 347592

aperto: martedì – domenica: ore 9-13

25 April (Festa della Liberazione): chiuso