ESTILO DE VIDA & BIENESTAR

ANILLO ES pero que es “ÉTICA”

SPECIALE SAN VALENTINO

Sono già diverse (ma mai abbastanza) le aziende produttrici di gioielli preziosi che danno importanza alla tracciabilità e trasparenza nella filiera di tutti i loro preziosi prodotti; un valore aggiunto certamente non di poco conto.

Circuiti certificati garantiscono eticità e correttezza al manufatto che viene venduto.

Quando un gioiello viene definito etico?

I diamanti ad esempio vengono tracciati dal prodotto grezzo appena estratto fino al taglio che ne determina in modo preciso la preziosità. Ci si assicura così che non provengano da zone di conflitto, che per estrarlo non abbiano lavorato persone in condizioni di sofferenza e non siano stati arrecati dei danni all’ambiente. Stessa cosa vale per l’oro, il  metallo d’eccellenza per la realizzazione dei gioielli più esclusivi; in questo caso viene certificato che qualora vengano adoperati agenti chimici siano sempre in vigore procedimenti atti a tutelare la salute dei lavoratori.

anello-si-ma-che-sia-estetico-magazzino26-fashion-blog-service-beauty-photography-art-news-events-lifestyle-wellness-cover

La tradizione dell’anello di fidanzamento risale all’epoca egizia; in epoca romana venne introdotta l’usanza di portarlo al dito anulare poiché si diceva che lì scorresse sangue nella vena Amoris direttamente collegata al cuore… quindi all’amore. Indossarlo significa non essere più disponibile se non per il futuro marito col quale l’anello suggella reciproco impegno.

Fu però non tantissimo tempo fa, e grazie ad una famosa campagna pubblicitaria  “un diamante è per sempre “, che si diffuse a macchia d’olio in tutto il pianeta l’idea che l’anello di fidanzamento oltre ad esseretappa obbligataverso il matrimonio dovesse contenere almeno un diamante. Certamente regalare ad una donna un’anello di fidanzamento non è cosa di poco impegnoin tutti i sensi!

L’importante è fare in modo, almeno per quanto riguardala  parte economica..che succeda una volta sola nella vita! 🙂